Homepage » Cultura editoriale » 1966, ballo di carnevale a Mortara

1966, BALLO DI CARNEVALE A MORTARA
Milano, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori / Associazione culturale Azibul, 2007
64pp., € 8,00
ISBN 978-88-85938-34-2

Racconto fotografico di Toni Nicolini
Racconti di Roberto Grassi, Marta Lazzeri, Annalisa Ferrari, Paolo Pozzi, Antonia Belcredi, Riccardo Balzarini, Ilaria Rossetti, Paola Ciandrini, Filippo G. Fattori





Dal racconto fotografico di Toni Nicolini MENZIONE SPECIALE al concorso I documenti raccontano «Un concorso tira l’altro» . Le immagini del grande fotografo e le parole di giovani autori raccontano un ballo di carnevale nella provincia italiana degli anni sessanta.

«Una festa popolare in un’epoca così remota della nostra modernità, in un paese di provincia, poteva essere l’occasione per un pesante esercizio di fisiognomica. Invece, Nicolini accenna soltanto a questi aspetti: coglie senza caricaturare, e soprattutto restituisce, degli anonimi partecipanti alla festa, il carattere intimo. […] Un simile racconto fotografico non poteva non diventare occasione di lavoro per il gruppo di archivisti e scrittori che partecipano al progetto de I documenti raccontano. I quali […] si sono provati a seguire le traiettorie narrative che le fotografie di Nicolini fanno intuire, suggeriscono con discrezione, ma anche con l’autorevolezza dell’istante definitivamente fissato sulla carta».
FRANCESCO CATTANEO, curatore del progetto I documenti raccontano

«Sono passati più di quarant’anni da quando ho realizzato questo reportage […] questo classico teatro ottocentesco trasformato, per una sola serata, per ospitare una festa che coinvolge persone diverse tra di loro per età e per estrazione sociale. Troveranno la musica dei Nomadi ma anche quella per ballare il valzer lento. […] Alcune sequenze di fotografie raccontano scene di corteggiamento e di seduzione, di momenti di allegria, […] sono tante le storie di donne che possiamo leggere nei loro volti intensi quando ballano aggrappate alle grandi spalle dell’uomo senza poter abbandonare del tutto la malinconia della loro anima lombarda. […] mi è stato possibile seguire i loro gesti, registrare le loro espressioni, e costruire un insieme di immagini che ci trasmettono la fisionomia e il carattere di una città. Riguardando attentamente tutte le fotografie scattate, cercando di ricostruire la complessità di quella notte in cui tante storie, tanti destini si sono intrecciati, è cambiato il mio criterio di valutazione delle immagini. […] Vorrei abbandonare il metodo di scartare tante foto per selezionarne poche, ritenute le migliori, e invece adottare un linguaggio più articolato, più aperto a un dialogo meditato con un lettore invitato a guardare un reportage e a leggerlo come un racconto».
TONI NICOLINI

Il volume è stato presentato a Festivaletteratura di Mantova domenica 9 settembre 2007, nel corso dell’evento Reportage e racconto fotografico

TONI NICOLINI, uno dei più importanti esponenti della fotografia italiana, inizia a fotografare nei primi anni sessanta. Grazie all’amicizia con il pittore Ernesto Treccani e con intellettuali quali Luigi Crocenzi e Danilo Dolci, la sua fotografia si caratterizza per una particolare sensibilità dove l’impegno del racconto sociale risulta temperato dalla narrazione poetica.

Leggi il racconto La foto rubata, di Ilaria Rossetti, vincitrice del Premio Campiello Giovani 2007

  • Stampa
  • A A
  • La nostra fan page