Homepage » Cultura editoriale » Copy in Italy

“Un lavoro di ricerca unico in Italia”
Fulvio Panzeri

La mostra itinerante Copy in Italy. Autori italiani nel mondo dal 1945 a oggi, promossa da Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori in partnership con Fondazione Cariplo, Regione Lombardia e Associazione Italiana Editori, è la storia illustrata di un successo: quello dei libri italiani all’estero. Attraverso le immagini di circa 2000 copertine, la mostra ripercorre le vicende della fortuna degli autori italiani fuori dai confini nazionali – una fortuna a volte caratterizzata da immediati riconoscimenti in termini di fama e copie vendute (come nei casi di Eco, Guareschi, Camilleri e Saviano), e che fa leva su alcune indiscutibili eccellenze che storicamente fanno del made in Italy (anzi: del copy in Italy) un marchio di sicura presa sui lettori e sui mercati di tutto il mondo; sono storicamente italiani i migliori libri per l’infanzia: dalla prosa d’autore (da Rodari a Munari a Pitzorno e Piumini) fino ai grandi marchi globali (Stilton, le Winx, passando per la Disney, la cui produzione periodica e libraria è per lungo tempo affidata a Mondadori), il nostro paese è e rimane uno dei punti di riferimento mondiali; così come accade nell’ambito delle pubblicazioni d’arte, architettura e design, in cui tuttora il marchio italiano è sinonimo di qualità e avanguardia, e nel cinema, che prendendo spunto dalla letteratura ha regalato al mondo, nel corso dei decenni, una serie impressionante di capolavori premiata da una parte all’altra dell’Oceano.

La mostra, in primo allestimento presso la Sala teresiana della Biblioteca Nazionale Braidense dal 24 agosto al 20 ottobre 2009, si dipana con un percorso a pannelli in quattro sezioni:







Durante il periodo di apertura della mostra sono stati realizzati eventi collaterali focalizzati su temi di particolare interesse. Due convegni internazionali si sono soffermati sulla fortuna di Guareschi all’estero attraverso le trasposizioni cinematografiche e sul problema della traduzione in Camilleri.

  • Stampa
  • A A
  • La nostra fan page