Homepage » Cultura editoriale » Mendicanti emarginati e malfattori

MENDICANTI EMARGINATI E MALFATTORI.
STORIE MINIME TRA SETTE E OTTOCENTO
Francesco Cattaneo, Annalisa Ferrari, Gisella Gerosa, Roberto Grassi
Milano: FrancoAngeli, 2010
109 pp., € 15,00
ISBN 978-88-568-2238-0

Modena 1830: una moglie fedifraga e un amante assassino eliminano il marito con un efferato delitto; Santiago de Compostela 1770: un giovinetto castrato non riesce ad affermarsi nel mondo delle voci bianche e va incontro a un feroce destino di sfruttamento; Lodi 1844: una levatrice alcolista, presa in una “scandalosa tresca amorosa”, è costretta ad abbandonare l’amato sotto le minacce della polizia; Milano 1820: un suonatore cieco tenta invano di sfuggire all’internamento in una Casa di lavoro…
Dalla profondità del tempo, custoditi negli archivi, sette racconti parlano di persone, cose, vicende propriamente umane, che la società attuale riconosce ancora. Il passato ci consegna tracce, segni e scorie che tornano riproposti nella nostra contemporaneità.

Il volume fa parte del progetto I documenti raccontano, promosso da Regione Lombardia in collaborazione con Fondazione Cariplo.

FRANCESCO CATTANEO si è laureato con Franco Della Peruta. Lavora all’Archivio storico comunale di Lodi.
ANNALISA FERRARI nata e residente in provincia di Lodi, ha iniziato a scrivere pochi anni fa, inseguendo le tracce archivistiche e umane di un certo Gerolamo Lazzeri, del quale ha raccontato la vita. Quando non inventa storie, le fotografa o le corregge nelle sue classi di scuola media. Questi sono quattro dei suoi primi racconti.
GISELLA GEROSA è nativa di Sesto San Giovanni, e qui risiede in compagnia di marito e figlio, più qualche animale domestico. Le piace scrivere, così come ama il teatro, l’archeologia, il medioevo. Con quest’ultima passione ha contagiato il resto della famiglia.
ROBERTO GRASSI ha lavorato presso l’Archivio di Stato di Milano, la Soprintendenza archivistica per la Lombardia e ora alla Direzione Culture della Regione Lombardia. Ha insegnato materie archivistiche presso l’Università degli Studi di Pavia. È autore di saggi e monografie riguardanti l’organizzazione del lavoro, la promozione e la valorizzazione in ambito archivistico. Ha pubblicato
alcuni racconti e tre romanzi: L’onore della Virginia (Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, 2002), La ricreazione è finita (Kowalski, 2005) e La voce delle streghe (Viennepierre, 2007).

  • Stampa
  • A A
  • La nostra fan page