Al mio Editore. Dediche ad Arnoldo Mondadori


Sugli store online dal 12 ottobre 2021

Qual è il rapporto che lega un editore ai suoi autori?

A cinquant’anni dalla scomparsa di Arnoldo Mondadori, Al mio Editore. Dediche ad Arnoldo Mondadori, realizzato da Fondazione e Arnoldo Mondadori Editore, vuole ricordare il più emblematico degli editori del Novecento attraverso le voci di chi con lui ha condiviso l’avventura editoriale Mondadori, o una parte di essa. Il volume, con l’introduzione di Alberto Cadioli, raccoglie trentotto tra dediche autografe di autori mondadoriani, apposte sui propri volumi e conservati da Arnoldo nella propria biblioteca privata, e scritti d’omaggio, raccolti nel 1957 in occasione dei cinquant’anni di attività della casa editrice.

«Il Presidente» e «caro e grande amico»: collaboratori e autori – come Ernest Hemingway, Alba de Céspedes, Eugenio Montale e Thomas Mann – delineano il proprio rapporto con Arnoldo, facendone emergere la figura di un editore dall’indiscusso «fiuto editoriale», con la maturità degli anziani e la passione dei giovani – usando le parole di Carlo Bernari – sempre capace di far sentire i propri autori parte di un progetto più grande e della famiglia Mondadori. Le vicende editoriali vengono così ripercorse attraverso le riproduzioni dei messaggi di riconoscenza, ammirazione e , talvolta, di velata polemica.

Il volume celebrativo conferma l’amore di Arnoldo per i libri e il suo desiderio di portarli nelle case di ogni italiano come strumento di conoscenza per tutti i potenziali lettori, soprattutto quelli comuni.

 

Segui il percorso bibliografico dedicato ai volumi celebrativi, sull’OPAC de la Rosa – Biblioteca specializzata di Fondazione.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi