Dear Mr. Mondadori. La narrativa americana nel catalogo Mondadori 1930-1968


Dear Mr. Mondadori. La narrativa americana nel catalogo Mondadori 1930-1968, il nuovo volume FAAM di Cinzia Scarpino, della collana «Biblioteca», in libreria e sugli store online dall’11 novembre 2022.

«[…] l’espressione “Dear Mr Mondadori” apre tutte le corrispondenze con l’editore milanese. Al di là dei protocolli formali, tra gli anni trenta e gli anni sessanta del Novecento, quel “Dear Mr Mondadori” moltiplicato per il numero di scrittori e scrittrici statunitensi assume un significato che dice qualcosa sulla rilevanza e sul prestigio internazionale della casa editrice […]»
Cinzia Scarpino

Cinzia Scarpino, docente di Letteratura e cultura angloamericana presso l’Università degli Studi di Milano, ripercorre oltre trenta anni di storia editoriale della casa editrice ripercorsi attraverso i materiali d’archivio di Fondazione Mondadori, portando alla luce dinamiche editoriali ancora inedite ai lettori. Una storia che può essere riassunta dall’incipit delle lettere indirizzate a Arnoldo: «Dear Mr. Mondadori».
La visione internazionale di Arnoldo Mondadori e la mediazione editoriale e culturale del figlio Alberto sono state la scintilla e la forza grazie alle quali la casa editrice riuscì ad affermarsi come la maggiore traduttrice di letteratura americana del secondo dopoguerra. Si formò, così, un catalogo vario e imponente tra cui si annoverano autori come HemingwayFaulknerSteinbeckDos Passos e Mitchell.

A partire dai faldoni conservati in FAAM l’autrice ricostruisce per la prima volta in maniera organica e critica il rapporto editoriale e culturale tra la letteratura americana e Mondadori, con uno sguardo transnazionale capace di unire l’unicità della produzione romanzesca statunitense da una parte e la specificità del contesto editoriale e letterario italiano dall’altra.

Undici capitoli dedicati a un autore o a una autrice ripercorrono la loro storia editoriale in Italia, non soltanto attraverso la traduzione dei romanzi, ma andando a indagare tutti gli scritti, dalle lettere alle recensioni, dai contratti ai pareri di lettura fino alle bolle commerciali e alle tirature. Il volume racconta il rapporto editoriale, e spesso d’amicizia, tra Mondadori e gli autori statunitensi negli anni centrali del Novecento, attraverso la corrispondenza tra editore, autori, agenti letterari, traduttori, consulenti e amministrativi, guardando all’interno dei processi di traduzione, promozione e ricezione della letteratura americana in Italia.

Le carte mondadoriane si aprono ai lettori curiosi e appassionati, mostrando quando come e perché, tra gli anni ’30 e ’60 del Novecento, così tanti romanzi statunitensi – da Fiesta a La buona terra, da Santuario a Via col vento, da La grande pioggia a La mia Antonia – sono entrati nelle case degli italiani nella veste di Palme, Meduse, Omnibus, Pavoni e Oscar.

Vedi anche