Gli anni al «Corriere». Diario 1951-1955


Gli anni al «Corriere». Diario 1951-1955, il nuovo volume FAAM a cura di Andrea Aveto, della collana «Biblioteca», in libreria e sugli store online dal 29 luglio 2022.

Nati dall’«acuto desiderio di prendere appunti», i diari di Paolo Murialdi degli anni al «Corriere della Sera» aprono uno spaccato sulla società, il giornalismo e la cultura degli anni Cinquanta, restituendoci al contempo un ritratto intimo del giornalista.
Nel cuore dei cinque anni e otto mesi trascorsi al giornale Paolo Murialdi compila su tre quaderni a righe ciò che definisce una sequenza di appunti, ma che sono a tutti gli effetti un diario. Queste pagine, trascritte integralmente per la prima volta, sono conservate in FAAM dal 2019 nel fondo documentario intitolato a Paolo Murialdi e sono accompagnate da un saggio introduttivo del curatore Andrea Aveto, dalle note di commento e da immagini conservate nell’archivio di FAAM.

I tre quaderni raccolgono l’esperienza professionale del giornalista, i commenti e le indiscrezioni sui protagonisti della politica, dell’industria, dell’aristocrazia, della cultura e dello spettacolo, ma anche appunti di viaggio – dal racconto del passaggio nella redazione del «Corriere» dalla direzione di Guglielmo Emanuel a quella di Mario Missiroli, ai fatti più rilevanti della cronaca internazionale, fino ai soggiorni nel “bel mondo” dei vecchi e nuovi ricchi, più selezionati e esclusivi, e quelli di lavoro, costellati dalle visite nelle redazioni di giornali come il «New York Herald Tribune» e il «St. Louis Post Dispatch».

I diari, «buon esercizio» di scrittura, riportano, inoltre, parte la vita privata del giornalista, che racconta con tono profondamente privato e spesso intimo i propri sentimenti, gli amori persi o ritrovati, i dubbi, le curiosità e gli interessi per la letteratura, la storia, le arti figurative, il cinema e il jazz, coltivati negli spazi di una disciplinata bohème giornalistico-letteraria.

Gli appunti, pur coprendo uno spaccato di poco meno di cinque anni nella vita e la carriera di Paolo Murialdi, riescono a svelare al lettore le molteplici sfaccettature dell’uomo e le numerose declinazioni del giornalista.