FAAM | Via Riccione 8, 20156 Milano | 02 39273061 | info@fondazionemondadori.it

Scrittrici e Intellettuali del Novecento. Gianna Manzini

Gianna Manzini copertina

Catalogo di mostra. Roma, Casa delle Letterature 7 – 30 aprile 2005

Vai alla pagina della mostra e del convegno

La collana Scrittrici e intellettuali del Novecento offre al pubblico i risultati delle ricerche e del lavoro svolto negli archivi personali di scrittrici contemporanee attraverso monografie e cataloghi di mostre: percorsi nella biografia, nella scrittura, nell’iconografia che ricostruiscono criticamente l’esperienza storica e creativa delle autrici e ne mantengono quell’eredità che esse stesse affidarono alle loro carte e consapevolmente tramandarono alle generazioni future.

Gianna Manzini (Pistoia 1896 ­ Roma 1974), toscana di origine e di formazione ma dalla metà degli anni Trenta romana di adozione, esordisce nella Firenze “solariana” con il romanzo Tempo innamorato (1928); è autrice di racconti e prose narrative ( Incontro col falco, 1929, Ho visto il tuo cuore, 1950, Il valzer del diavolo, 1953, Cara prigione, 1958, Il cielo addosso, 1963, Sulla soglia, 1973), di romanzi ( Lettera all’editore, 1945, La sparviera, 1956, Un’altra cosa, 1961, Allegro con disperazione, 1965, Ritratto in piedi, 1971), di “bestiari” ( Animali sacri e profani, 1953, L’arca di Noè, 1960) e “ritratti” ( Foglietti, 1954, Ritratti e pretesti, 1960, Album di ritratti, 1964).
Intellettualmente raffinata, autrice di frammenti lirici e sperimentatrice di forme aperte del testo, Gianna Manzini attraversa il Novecento in un percorso originale e innovativo, modulando un linguaggio perfetto di ascendenza rondista su strutture polifoniche e metanarrative, ponendosi al di là delle tendenze letterarie e spesso travalicandole con tecniche nuove e personalissime. La sua opera, fin da subito apprezzata dalla critica ma spesso riservata a un pubblico ristretto, viene oggi illuminata dallo straordinario apporto del suo archivio personale, che apre nuove prospettive di ricerca sul suo laboratorio creativo e sui testi inediti.

Così come nelle precedenti tappe di questo progetto, vengono proposti insieme un percorso di approfondimento e di confronto tra studiosi e un progetto espositivo: La Casa delle Letterature, parallelamente allo svolgersi del convegno, accoglie nella mostra documentaria e iconografica una selezione di materiali editi e inediti conservati nell’Archivio Gianna Manzini.

SOMMARIO

Francesca Bernardini Napoletano Introduzione

Stefania Ghirardello Pistoia. Il ritratto del tempo

Federica Paoli Firenze. Alle origini della scrittura

Giamila Yehya Roma. La scrittrice e la vita

Cecilia Bello Minciacchi I “Bestiari” – I ritratti – Scritti di moda

Cecilia Bello Minciacchi Il Fondo Gianna Manzini presso l’Archivio del Novecento (Roma)

Sabina Ciminari Il Fondo Gianna Manzini presso la Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori (Milano)

Giuliana Zagra Libri e carte Manzini alla Biblioteca Nazionale Centrale “Vittorio Emanuele II” (Roma): tracce di una biblioteca sommersa

Stefania Ghirardello Biografia

Giamila Yehya Bibliografia

Giamila Yehya Antologia della critica

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi