Il padre Michael, ufficiale dell’esercito austroungarico, era stato insignito di una medaglia al valor militare dopo la guerra del 1914-18; e, caso rarissimo trattandosi di un ebreo, gli era stata proposta un’onorificenza nobiliare, prontamente rifiutata. Nel 1946-48, ormai titolare di una ditta tessile, fu impegnato nell’organizzare l’immigrazione clandestina nella Palestina ancora sotto mandato inglese.
Erich è con la famiglia a Milano (dove i Linder, partiti da Vienna, arrivano dopo un periodo triestino) sin dal 1934…