FAAM | Via Riccione 8, 20156 Milano | 02 39273061 | info@fondazionemondadori.it

Tirature ’09. Milano Napoli. Due capitali mancate


Una schiera di scrittori ha reso famosa nel mondo l’immagine policroma di Napoli: Roberto Saviano è l’ultimo in ordine di tempo, giustamente acclamato. Ma non si può sostenere che Napoli abbia fisionomia di una vera capitale della cultura letteraria. Il caso di Milano è opposto: continua a essere la capitale dell’attività libraria, ma scarseggiano romanzieri o poeti impegnati a metterne a fuoco l’identità di metropoli moderna.
Gli sviluppi della letterarietà italiana vanno considerati proprio alla luce di questo rapporto asimmetrico tra il capoluogo del Nord e quello del Sud. Roma comunque resta lontana, senza svolgere un ruolo nazionale paragonabile a Parigi o Londra. Intanto gli italiani perseverano a leggere poco: la scuola sembra non aiutarli a diventare bravi lettori, però librerie e biblioteche si adoperano per tenere il passo con i tempi.

SOMMARIO

MILANO-NAPOLI
DUE CAPITALI MANCATE
Giovannetti, Rosa, Spinazzola,
Novelli, Interdonato, Barenghi,
Turchetta, Cenati, Fiori, Pischedda

La Milano implosa della poesia di Paolo Giovannetti

Nella città che ha nostalgia di futuro di Giovanna Rosa

Ipernapoli, Infernapoli, Eternapoli di Mario Barenghi

GLI AUTORI
Strazzeri, Bona, Gambaro,
Palieri, Coyaud, Fiori, Petruzzi,
Falcetto, Cadioli, Lepri

Cherubini, Celestini, Checco Zalone: la canzone la sa lunga di Umberto Fiori

GLI EDITORI
Carnero, Cerutti, Marigonda,
Dubini e Giglia, Moretti, Barbisan,
Porcelli, Ghidinelli, Rollo, Terreni

Quel mago di Oz. La pubblicità del libro a una svolta. Conversazione con Giuseppe Mazza di Alberto Rollo

CALENDARIO EDITORIALE
a cura di Cardone

LE CIFRE DEL LIBRO
a cura di Dubini e Raviola

ALMANACCO RAGIONATO DELLE CLASSIFICHE
a cura di Gallo

DIARIO MULTIMEDIALE
a cura di Mussinelli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi